Sei in: Home > Ammissione

 prova/door.jpg 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scarica la domanda di ammissione per l'edizione 2011/2012

Possono iscriversi al master coloro che sono in possesso di:

Laurea ante D.M. 3 novembre 1999, n. 509 in:

    □ Giurisprudenza
    □ Economia
    □ Scienze Politiche
    □ Equivalenti

Laurea di I livello conseguita nelle classi 2, 31,17, 19, 28 o equivalenti in:

    □ Scienze dei servizi giuridici
    □ Scienze giuridiche
    □ Scienze dell’economia e della gestione aziendale
    □ Scienze dell’amministrazione
    □ Scienze economiche
    □ Altro
    □ Equivalenti

Laurea di II livello in conseguita nelle classi 22/S, 19/S, 64/S, 71/S, 84/S, 91/S, 70/S o equivalenti in:

    □ Giurisprudenza
    □ Finanza
    □ Scienze dell’economia
    □ Scienze delle pubbliche amministrazioni
    □ Scienze economiche aziendali
    □ Statistica economica finanziaria attuariale
    □ Scienze della politica
    □ Altro
    □ Equivalenti

Sono ammessi i laureandi, a condizione che conseguano il titolo prima dell’inizio del corso.

Al Master saranno ammessi 40 (quaranta) studenti ed il corso non verrà attivato qualora il numero degli iscritti sia inferiore a 25 (venticinque).

Il Comitato Scientifico, con decisione motivata, può, in deroga, attivare il Master con un numero di iscritti inferiore, fatta salva la congruenza finanziaria.

Il Comitato scientifico può riconoscere, come crediti formativi universitari, congrue attività formative e di perfezionamento purché non già utilizzate ai fini del conseguimento del titolo che dà accesso al Master, fino ad un terzo dei crediti totali. Competenze e abilità presupposte, quali conoscenze linguistiche e informatiche, non danno diritto a riconoscimento di crediti. Il riconoscimento è totale (ovvero sino ad un terzo dei crediti) per i titoli acquisiti presso Atenei che garantiscano reciprocità di valutazione.

Ai fini della redazione della graduatoria per l’ammissione al Master, il Comitato scientifico, pur riservandosi piena discrezionalità di giudizio sul curriculum vitae e sulle motivazioni dei candidati, valuterà in primo luogo i titoli posseduti dai richiedenti, attribuendo in particolare un punteggio di merito al voto di laurea, al possesso di titolo di laurea magistrale, di titolo di dottorato in ricerca ed equivalenti esteri, nonché di eventuali titoli professionali. In considerazione del numero delle richieste pervenute potrà altresì decidere di procedere a colloqui individuali con i candidati all’ammissione.

Ultimo aggiornamento: 08/11/2011 19:04

Area riservata

Campusnet Unito
Non cliccare qui!